from 2013-05-13

Il Monte Baldo diventa Parco Naturale

13 maggio 2013 - Il Monte Baldo, noto massiccio del Trentino meridionale, è stato da secoli decantato quale custode di un immenso patrimonio floristico e botanico, tanto da guadagnare nel 1548 la definizione di "Hortus Italiae". Pochi giorni fa la grande notizia: la Provincia di Trento ha ufficialmente dato il via al progetto di tutela della parte trentina della catena quale "Parco Naturale del Baldo Trentino". Tale decisione ha come scopo principale quello di valorizzare e sviluppare la zona del Mote Baldo, mantenendone però le peculiarità naturalistiche.

Il Parco Naturale del Baldo Trentino comprenderà una superficie di 4.650 ettari: dal Lago di Loppio al Dos Alto di Nago, quindi da Malga Campei e Campo alla riserva naturale di Bes-Corna Piana, fino alla cima dell'Altissimo. La trasformazione del massiccio trentino a Parco Naturale Locale andrà così a porre l'accento su quella straordinaria ricchezza naturalistica che dal 1440 in poi ha attirato l'interesse di studiosi, botanici e naturalisti e che nel 2007 è stata riconfermata dalla scoperta di una specie botanica ancora sconosciuta da parte di due botanici del Museo Civico di Rovereto.