I castelli del Giardino del Sudtirolo

In tutta Europa, il Giardino del Sudtirolo è l'area con la maggiore concentrazione di castelli. La ragione di tutto ciò sta nel fatto, che per millenni, la più importante via di comunicazione tra nord e sud Europa passava proprio da questa zona: sia la via del Passo di Resia che quella del Brennero si incontrano, infatti, a Bolzano per poi continuare in direzione sud. Nel Giardino del Sudtirolo sono stati costruiti più di 25 castelli e più di un centinaio di residenze nobiliari. Il più conosciuto tra tutti questi castelli è sicuramente il castello di Appiano (attualmente visitabile) che per un lunghissimo periodo fu anche il più potente di tutto il paese.

In alcuni di questi antichi ed affascinanti edifici è anche possibile passare delle "vacanze da re" dal momento che sono stati trasformati in ristoranti ed hotel, come Castel Korb. Di altri ancora rimangono invece solamente le rovine, come nel caso del castello di Boymont che, insieme al castello di Appiano e a Castel Korb, formava il cosiddetto "triangolo dei manieri" di Appiano.

Altri castelli degni di nota, sempre in comune di Appiano, sono il Castel Moos Schulthaus, costruito intorno al 1270 ed attualmente adibito a museo della cultura dell'abitazione e dell'arredamento medievale; Castel Warth, costruito nel 1250 proprio sopra la strada principale all'ingresso nord del paese. Ed ancora Castel Freudenstein, risalente al XIII secolo e Castel Englar, di due secoli più giovane, è adibito ad hotel.

A Caldaro, Castelchiaro domina il lago dall'alto. Costruito nel 1250 dai signori di Rotenburg, nominati giudici presso il tribunale di Caldaro dal vescovo di Trento, è attualmente raggiungibile seguendo un facile sentiero. Per un piacevole ristoro, invece, si può visitare Castel Ringsberg, costruito intorno al 1600 nel tipico stile dell'Oltradige ed attualmente adibito a ristorante.

A Niclara, in comune di Cortaccia/Kurtatsch, si trova Castel Turmhof, un castello al centro di un parco da fiaba, con la torre centrale risalente al periodo medievale, ed attualmente adibito ad azienda vitivinicola e a ristorante. Nel vigneto del castello viene coltivato uno dei vini "più alti d'Europa". Il Müller Thurgau "Feldmarschall von Fennberg", infatti, cresce a 1000 metri di altitudine.

A Salorno, in una impressionante posizione, in cima ad una ripidissima roccia difficile da raggiungere, si trova il Castello di Salorno. Lungo il "Sentiero delle Visioni", percorribile in circa mezz'ora, godendo di stupende viste sulla Val d'Adige e la Bassa Atesina, si raggiunge il castello che è visitabile anche all'interno tra aprile e ottobre (venerdì, sabato e domenica) e nelle principali festività.

Hotel