MTB and Downhill

In sella sulle Pale di San Martino

Difficulty:

Medium

Length:

46 km

Height difference:

1700 m

Hours:

07:00

Min altitude:

702 m

Max altitude:

1721 m

Dirigersi verso la frazione di Pieve, al km 0.7 inizia la “via nova” fino al km 3.5 presso il bivio per Camp. Svoltare a destra, prendere la salita su asfalto della strada per Camp per poco più di 1 km. All’altezza del 4° tornante, in loc. Segnana, si prende la sinistra (2° bivio a sinistra a salire wpt 7), prima per un tratto asfaltato e poi a destra lungo il sentiero (percorso Rampikissima wpt 8). Più avanti si interseca nuovamente la strada di Camp e si scende brevemente incrociando il bivio con la strada Bedolè basso (wpt 10).

Proseguire fino alla loc. Dismoni (1° possibilità di rientro a valle) e al bivio salire a destra per la strada sterrata fino ad una svolta sulla sinistra. Salire in direzione Crel, procedendo dritti al bivio (wpt 13) fino all’accesso della Malga Crel. Leggera salita in direzione San Martino, dopo la discesa al km 19.3 si svolta a sinistra (2^ possibilità di rientro via San Martino) e si sale in direzione Tognola. Prendendo la direzione asfaltata si arriva a Malga Ces. Dopo 300 m al bivio a destra si prende la nuova strada f.le Orti Forestali che si percorre fino al km 23.3. In discesa lungo il sentiero per Malga Fosse di Sotto, (poco ciclabile) si scende sempre in discesa lungo la vecchia pista fino al paese di San Martino di Castroza (3° possibilità di rientrare a valle), dove dal ponte sul Cismon bivio (“Drei Tannen”) si procede lungo via Passo Rolle (senso unico), sfruttando lo spazio riservato ai pedoni e il marciapiede in modo da non interferire con il traffico. (attraversamento Ss. 50 Ristorante da Meto).

Dal ristorante si prende la destra, salendo per la strada della Val di Roda dove si interseca il sentiero n°724 “ippovia”. Dopo un tratto di mulattiera si ritorna sulla forestale che si percorre interamente fino alla Val della Vecchia, qui tenersi a destra su sentiero per circa 1 km per poi tornare su sterrato. Intorno al trentesimo km (wpt 34 “bivio Ronzi”) si scende per la strada f.le fino ai Prati Ronzi, poi per la strada asfaltata in direzione Petina. Al km 35.5, presso il bivio per Petina (4° possibilità di rientro a valle), si prosegue in direzione Strine, Poline e Piereni.

Salitine, falsopiano e discesa fino a Tonadico per asfalto. Raggiunto il centro del paese sulla sinistra bisogna prestare attenzione ad una ripida discesa che conduce all’attraversamento della S.P. del Passo Cereda nei pressi del ponte della Lanterna Verde, (wpt 48) proseguendo poi lungo il torrente Canali fino a Fiera di Primiero.

Diverse le possibilità di rientrare a fondovalle e accorciare il percorso in modo tale da poterlo percorrere anche in più giorni, portandosi in quota con i mezzi pubblici.
Periodo: Da maggio a settembre
Raggiungibile anche i mezzi pubblici
Dislivello in salita e in discesa: 1700 m