Cycling

La ciclabile Bolzano – Ferrara

Difficulty:

Easy

Length:

315 km

Height difference:

300 m

Hours:

10:00

Min altitude:

9 m

Max altitude:

262 m

Alto Adige, Trentino, Veneto ed Emilia Romagna sono collegata da un viaggio su due ruote alla scoperta del panorama e del patrimonio culturale, grazie alla pista ciclabile Bolzano – Ferrara. Con partenza da Bolzano, il percorso tocca Trento, il lago di Garda, supera Mantova e termina a Ferrara, città delle biciclette.

Un lungo percorso di circa 315 km non troppo impegnativo, se non per la lunghezza e una piccola difficoltà da superare nei pressi di Affi (VR). Per i più allenati, il percorso può essere fatto in giornata, ma si consiglia comunque di suddividerlo in almeno due/tre tappe: Bolzano-Rovereto, Rovereto-Mantova, Mantova-Ferrara.

La prima tappa Bolzano-Rovereto è di 90 km circa e si sviluppa lungo una parte della Ciclopista del Sole. Partendo da Piazza Walther, la pista ciclabile esce dal centro storico e costeggia i due fiumi, l’Adige e l’Isarco. Si superano le località di Ora, Egna e Salorno, ultimo comune della provincia di Bolzano, superato il quale si giunge alla Piana Rotaliana e ai comuni di San Michele All’Adige, Mezzocorona e Mezzolombardo in territorio trentino. In leggera discesa si arriva presto a Trento. Da qui si prosegue per Besenello e Nomi, dove si trova un attrezzato Bicigrill. Proseguendo si arriva a Rovereto, famoso per il MART e la campana della pace, dove termina la prima tappa.

La seconda tappa porta da Rovereto a Mantova in 117 km. Da Rovereto si continua sul percorso ciclabile che costeggia l’Adige. Al ponte della Diga di Mori si oltrepassa il fiume e, attraverso i vigneti della Vallagarina, si raggiunge prima Pilcante e poi Borghetto all’Adige, dove termina la pista ciclabile della Valle dell’Adige. Il percorso continua tra il Monte Baldo e il fiume toccando le città di Belluno Veronese, Rivalta e Peri. A Zuane inizia l’unica vera salita dell’intero percorso che porta, superando l’altopiano di Caprino-Costermanno-Affi, al Lago di Garda. Nei pressi di Peschiera del Garda inizia la ciclopedonale Mantova-Peschiera che segue parte dell’antica tratta ferroviaria oggi dismessa e il fiume Mincio fino a Valeggio sul Mincio e a Borghetto, caratteristico borgo ricco di mulini. Dopo circa 20 km, attraversando il Parco del Mincio si arriva a Mantova.

La terza tappa di 107 km parte da Mantova e termina a Ferrara. Da Mantova si va a Bagnolo San Vito, dove si sale sull’argine del Po immettendosi nella pista ciclabile Sinistra Po. Si procede verso Governolo, abbandonando momentaneamente la ciclabile. A Governolo si prosegue sulla sinistra Po fino ad Ostiglia. Oltrepassato il ponte di ferro si arriva a Revere. Si superano gli ultimi comuni della provincia di Mantova e si entra in quella di Ferrara a Stellata di Bondeno. Da qui il percorso cambia nome e diventa "Percorso cicloturistico Destra Po”. Da Stellata si arriva nel centro di Bondeno dove si segue il percorso ciclopedonale del Burana fino a Ferrara.

Possibilità di trasporto biciclette su linea ferroviaria.
Periodo consigliato: da metà primavera all’autunno

Partenza: Piazza Walther, Bolzano Arrivo: Piazza Savonarola, Ferrara Tipologia di fondo: per la maggior parte asfalto, punti lastricati nei centri urbani e sterrato sugli argini Pendenza massima: 10 % Tipo di pista: Ciclabile/ciclopedonale, tratti su strada e non ben segnalato Traffico: mistoTempo: 8-10 ore