Bibliografia Riagionata per Arrampicatori

Procederemo gruppo per gruppo, area per area. Prima però, citiamo dei volumi di carattere generale o di arrampicate scelte:

Chi non vuole fare fatica, divertirsi arrampicando e non ha pretese di "fare" cose di grande prestigio, acquisti i volumetti di Eugenio Cipriani, in cui l'autore presenta le sue vie, aperte in varie zone (Nuvolàu, Averàu, Ciarèido, Popena, Lagazuòi etc.) e tutte bene attrezzate.

Vie classiche, anche molto impegnative, sono descritte nel volume di Jacopelli "Arrampicate a fumetti": le relazioni infatti sono affidate a schizzi affollati di personaggi esilaranti. Mancano solo Vil Coyote e Daffy Duck.

Per vie recenti e di stile moderno, procurarsi le riviste "Alpi venete" e "Dolomiti Bellunesi" che presentano una vasta gamma di relazioni per ogni gruppo dolomitico, nonchè indicazioni su varie palestre di roccia. Chi va a Schievenin, fra l'altro, in valle acquisterà una recente guida di Pozza sulle strutture della zona. Per Erto, invece, affidarsi alla competenza di Mauro Corona che o si troverà sotto la palestra, o su per qualche via, o al bar Stella del suo paese.

Sempre della serie itinerari scelti, c'è in commercio il raccoglitore "Dimensione Quarto", con aggiornamenti, Vivalda Ed., che raccoglie le vie più classiche di medie difficoltà, dal Brenta alle Lavaredo, dalla Civetta al Campanile di Montanàia.

Chi fosse interessato a salire le vette principali lungo le vie comuni, invece, comprerà, di Buscaini e Metzeltin, il "Grande libro delle vie normali" (Zanichelli); la stessa coppia ha anche firmato -sempre Zanichelli- i due volumi, che forse si trovano ancora in circolazione, dedicati rispettivamente alle "Dolomiti Orientali" e "Dolomiti Occidentali". Anche i libri di Luca Visentini (Athesia ed.), gruppo per gruppo, presentano descrizioni di vie normali di arrampicata.

Hotel