23.04.2019

Torna il Trento Film Festival con una nuova e ricca edizione

Manca sempre meno all'inizio di una nuova e sempre più ricca edizione della rinomata rassegna cinematografica del Trento Film Festival. La manifestazione dedicata al mondo della montagna inizierà il 27 aprile e proseguirà fino al 5 maggio 2019 con tanti spettacoli, congressi, serate-evento e sorprese.

127 film, 15 lungometraggi e 12 cortometraggi da 18 paesi diversi concorreranno alle Genziane d’Oro e d’Argento della 67. edizione. I film in programma avranno come tematica principale la montagna, ma saranno affrontati anche argomenti che riguarderanno le avventure alpinistiche, il rapporto tra l’uomo e la montagna, oggi vista sempre più come ambiente di confine, e il ruolo della donna nelle comunità montane.

Destinazione..Marocco

Novità di quest’anno è la sezione speciale “Destinazione..Marocco” alla scoperta della cultura e delle bellezze di questo paese africano. Non solo film e documentari ambientati tra le montagne e i deserti marocchini, ma sbarcheranno a Trento Mohammed Al Achaari, il poeta, romanziere, uomo politico marocchino e Ministro della Cultura dal 2002 al 2007, e la cantante Malika Ayane. Il primo dialogherà con Raffaele Crocco nell'appuntamento “Sulle spalle di Atlante” giovedì 2 maggio, mentre la seconda si esibirà venerdì 3 maggio.

Gli ospiti delle serate del Trento Film Festival

Ad aprire la prima serata del festival lo scrittore Paolo Cognetti, già membro della giuria nella scorsa edizione e ora giurato del Premio Itas del Libro di Montagna. Tratto dal suo best seller, lo spettacolo "Le otto montagne" sarà presentato venerdì 26 aprile alle ore 21.00.

Dal teatro alla musica sabato 27 con il cantante romano Luca Barbarossa che dialogherà con Alberto Faustini, direttore del quotidiano L’Adige, presso la Sala della Filarmonica. Domenica 28 alle ore 21.00, sempre alla Sala della Filarmonica, verrà intervistato il filosofo Vito Mancuso sulla fragilità della bellezza, serata a cura della Fondazione Dolomiti UNESCO.

Lunedì 29 aprile l’alpinismo sarà il protagonista con una serata dialogo sui temi dell’arrampicata, dello sky running, dello scialpinismo, della slackline, del freeride, del parapendio, del base jumping e della mountain bike. Conducono l’alpinista Tamara Lunger e il conduttore televisivo Massimiliano Ossini, con la partecipazione straordinaria dei Bastard Sons of Dioniso.

Martedì 30 aprile incontro con l’alpinista Hervè Barmasse e il velista Giovanni Soldini, in una serata a cura di Luca Castaldini, giornalista de La Gazzetta dello Sport.

Giovedì 2 maggio sempre all’Auditorium Santa Chiara, Hervé Barmasse dialogherà con Luca Calvi, Celina Kukuczka e Krzysztof Wielicki sull’"Indimenticabile Kukuczka", un omaggio alla memoria del grande alpinista polacco, a 30 anni dalla tragedia del Lhotse.

Grande attesa venerdì 3 maggio per Reinhold Messner presso l’Auditorium Santa Chiara. Saliranno sul palco Ariane Benedikter, Massimo Bernardi, Telmo Pievani, Veronica Lisino, Filippo Thiery e Julio Velasco.

Si conclude il 5 maggio la rassegna delle serate con un evento dedicato alla bici: "La strada del Pamir. In bicicletta sui grandi altipiani dell’Asia Centrale" che racconta il viaggio del trentino Alessandro De Bertolini dal Tagikistan al Kirghizistan lungo la Pamir Highway, una delle strade più alte del mondo, fino ai 4.600 m. del Passo Akbaital.

Dove dormire in Trentino

Hotel in Trentino

Altre strutture in Trentino