Parco Naturale Paneveggio-Pale di San Martino

Questo parco trentino venne attivato dieci anni fa: esso copre anche una parte dei Lagorài, catena non dolomitica, ma interessa tutto il versante trentino delle Pale di San Martino, uno dei gruppi dolomitici più celebri. Sarebbe bello se anche il selvaggio versante bellunese venisse ad essere ufficialmente protetto. Le Pale sono montagne alte e complesse, che culminano con varie vette sopra i 3000 m: la cima più alta è la Vezzana, m 3191, ma il vicino Cimòn della Pala, m 3186, non le è da meno. E poi c'è la Cima della Madonna, il Sass Maòr, la Cima Canali, il Focobòn...e una sequela infinita di altre strutture ardite.
Vari i rifugi in quota (quello della Rosetta si raggiunge col complesso seggiovia+funivia da San Martino di Castrozza), e varie le valli di penetrazione: da Primiero, la Val Canali, da Bellamonte-Paneveggio, la Val Venegia. Dal Passo Rolle, agevole è raggiungere la famosa Baita Segantini.
Fra le attrazioni maggiori nominiamo: la meravigliosa Foresta di Paneveggio, i Laghi del Colbricòn, tutte le vette più belle e imponenti, nonchè il lunare Altopiano delle Pale: qui si potrà andare facilmente a visitare il ghiacciaio della Fradusta.