Spazierritten

Percorsi di Trekking a cavallo: Lago di S. Croce

Länge:

15 km

Höheunterschied:

150 m

Stunden:

04:00

Percorso La Secca-loc. Paludi-Sitran-loc. Viola-Bastia-Lago di S. Croce-Bastia-loc. Paludi-La Secca

Difficoltà: Facile, solo un breve tratto ripido da affrontare con attenzione
Periodo consigliato: Tutto l'anno

Lasciato il Maneggio "El Mangruyo", in località La Secca, percorriamo l'argine del F. Rai in direzione Paludi e ne attraversiamo il ponticello di cemento; pieghiamo, ora, in direzione delle Case Càneve, lungo un tratturo e superiamo il ponte sul Canale Cellina.

Appena dopo il ponte proseguiamo diritti lungo la stradina che si addentra nel bosco; attraversiamo la passerella di cemento e ci prepariamo al tratto più impegnativo: prendiamo il sentiero che resta sulla dx salendo. Raggiunto un pianoro il sentiero diventa una comoda stradina sterrata che in breve raggiunge il nastro asfaltato che sale da località Paludi. Prendiamo a dx all'incrocio e percorriamo via IV Novembre, in direzione Sitran.

Man mano che si avanza diventa visibile il Lago di S. Croce. Attraversiamo l'abitato di Sitran ed in corrispondenza della chiesa, al bivio, giriamo a sx e prendiamo la Via Scalette. La strada si fa più stretta e scende verso il fondovalle, fino alla S.S.422, che collega Bastia a Puos; ne percorriamo un breve tratto in direzione di Bastia e all'incrocio con via Peschiere lasciamo l'asfalto e percorriamo una strada "bianca", in direzione Case Ronch. Risaliamo l'argine del lago, sulla dx, ed, in corrispondenza di un rio siamo costretti ad una breve deviazione.

Percorriamo circa 1 Km di sterrato rettilineo ed in breve raggiungiamo la foce del Fiume Tesa, quindi il Camping Sarathei. Percorrendo la sponda del lago di S. Croce torniamo al punto di confluenza del Tesa, quindi il ritorno avviene lungo il tracciato di andata fino all'incrocio tra Via Peschiere e la S.S.422.

Attraversata la strada proseguiamo su fondo asfaltato per 100m., quindi pieghiamo a sx, in corrispondenza del vecchio edificio della ex-latteria, fino ad un ponticello. Superiamo il manufatto e percorriamo un breve tratto sterrato che ci conduce all'argine del Canale Cellina. Proseguiamo lungo l'argine fino ad incontrare il ponte sul Canale del percorso di andata. Di qui a ritroso.