Spazierritten

6. Passeggiata a cavallo nella Conca Agordina

Stunden:

01:00

Passeggiata n° 6: La Valle, Miniere di Val Imperina, Col del Ciot.

Difficoltà: medio/facile.
Durata: circa 10 ore compresa la sosta di 2 ore al Col del Ciot.
Note: si può fare tutto l'anno salvo abbondanti nevicate in quota, è consigliabile farsi accompagnare da uno o più cavalieri del posto.

Si parte come al solito dal centro di La Valle, dietro l'albergo "Al Larin " si prende il sentiero delle Sorive e alla fraz. Gaidon si imbocca la strada sterrata dei Thernidor che percorreremo per circa 500 m. prendendo poi a destra per la strada militare, poi sentiero, che ci farà arrivare fino al ponte di Cancellade sul torrente Bordina, seguiamo la strada comunale raggiungendo la zona artigianale del comune di La Valle, proseguiremo poi per la strada sterrata che ci porterà in fraz. Col di Foglia nel comune di Agordo, guadando il torrente Missiaga.

Appena incrociamo la strada asfaltata, sulla nostra sinistra, imbocchiamo il sentiero che porta al Sacello Pian de Cros, proseguiremo poi per Ponte Alto, subito dopo il ponte a sinistra c'è la strada che porta al sito minerario di Val Imperina nel Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi. Proseguiamo verso l'ex centrale elettrica fino a trovare sulla nostra destra il sentiero denominato Via Degli Ospizi (o Via Del Rame) seguendo il quale in un bellissimo tragitto, arriveremo al forte di San Martino, un forte militare ancora in ottimo stato, sicuramente da visitare.

Il sentiero attraversa il forte e poi diventa strada, da seguire fino al Ponte dei Castei dove ci immetteremo sulla ex statale Agordina seguendola verso destra fino alle case della fraz. Torner; faremo molta attenzione all'attraversamento della statale nei pressi dell'imbocco della galleria Castei e poi imboccheremo la strada mulattiera 541 per Ruit, la mulattiera sale fino a Pradusel dove è d'obbligo fermarsi ad ammirare l'immenso faggio secolare, poche decine di metri più in basso della strada. Proseguiremo poi per la mulattiera, che da circa 600 m. prima non è più transitabile con mezzi fuoristrada (solo se muniti di permesso) arrivando alla sella del Col del Ciot dove potremo fare una pausa per uno spuntino, ammirando dall'alto la Conca Agordina in tutto il suo splendore.

Al ritorno ripetiamo il percorso dell'andata fina a Ruit, qui prendiamo il sentiero alla nostra sinistra che dopo circa 1500 m. ridiventerà tratturo e ci condurrà fino all'abitato di Cancellade dove prenderemo a sinistra la strada sterrata dei Thernidor fino alle case di Gaidon quindi fino al punto di partenza.