20.02.2018

Auronzo: Comune delle Dolomiti UNESCO

Il primo comune veneto a dotarsi del cartello “Comune delle Dolomiti UNESCO” è Auronzo di Cadore, situato nell’Alto Bellunese ai piedi delle famose Tre Cime di Lavaredo.

Si tratta di un importante progetto, voluto dalla Fondazione Dolomiti Unesco, che vuole che tutti i Comuni del Bellunese, il cui territorio è compreso, anche parzialmente all’interno dell’area UNESCO, installino la segnalazione in questione per rendere esplicita la presenza di una parte del Bene UNESCO.

Durante la cerimonia di inaugurazione, l’assessore al turismo della Regione Veneto ha dichiarato che questo cartello non ha solo una funzione segnaletica ma anche un valore divulgativo che mostra un legame, un orgoglio e soprattutto la consapevolezza di appartenere ad uno dei luoghi più belli al mondo.

L’installazione della targa vuole portare tutti i territori dolomitici ad un livello successivo. Le Dolomiti non si identificano attraverso un confine amministrativo ma sono una realtà geografica e storica naturale. Non sono solo una piccola macchia scusa sulla cartina turistica ma sono un’opera d’arte creata da Madre Natura che va protetta e difesa in tutte le maniere.

L’evento di Auronzo deve essere l’esempio principe per i restanti Comuni del Bellunese. Diventare il “Comune delle Dolomiti UNESCO” deve quindi diventare un motivo di promozione del territorio e deve rendere la popolazione locale da semplici abitanti ad Ambasciatori delle Dolomiti.

Oltre al cartello in sé, diventano fondamentali anche i simboli usati. Infatti la Fondazione ha richiesto alla Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO l’autorizzazione per l’utilizzo dei loghi da parte delle singole amministrazioni.

Questo avvenimento arriva proprio in un momento di grande importanza per i territori del Bellunese. Quest’anno si celebra la ricorrenza del Centenario della conclusione del primo conflitto mondiale. Inoltre, da qualche mese in tutte le edicole e le librerie d’Italia si trova anche la nuova Guida Lonely Planet interamente dedicata ai Monti Pallidi.

Hotel